Dieta sana per dimagrire

Seguire una dieta sana è molto importante per trovare il giusto equilibrio alimentare e affrontare e proprie giornate in modo adeguato. Dimagrire non significa rinunciare improvvisamente al gusto, guardare il cibo come un nemico e viverlo  con monotonia. Una dieta equilibrata deve prevedere una varietà di cibi che consenta di garantire all’organismo tutti i principi nutritivi di cui ha bisogno, deve essere gradevole e stimolante. Non è raro, infatti,  che diete corrette vengano abbandonate perché monotone e psicologicamente pesanti.

Dieta sana per dimagrire

Scegliere il giusto regime alimentare per dimagrire non è facile, anche perché sono diversi i nutrienti da assumere di cui il nostro corpo ha bisogno.

Nella dieta non devono mai mancare alimenti e cibi che siano sani, equilibrati e ben bilanciati : è questo l’unico modo per avere risultati costanti e duraturi anche nel tempo.

Essere a dieta non significa soltanto dimagrire, ma anche e soprattutto  mangiare bene in modo da mantenere un buono stato di salute.

Dieta sana per dimagrire: tutti gli alimenti sono buoni

Una dieta sana deve comprendere tutta una serie di macronutrienti che permettono a tutte le attività dell’organismo di funzionare bene.  Perciò in un regime alimentare dimagrante non possono assolutamente mancare i carboidrati  (pasta, riso), preferibilmente integrali, le proteine derivate dalla carne, il pesce, le verdure e i grassi.

Perchè è preferibile consumare alimenti integrali: perchè sono ricchi di fibre che aiutano la funzione intestinale. I pasti devono sempre essere cinque:

  1.  colazione che è fondamentale per caricarsi,
  2. il pranzo
  3. Infine, non bisogna dimenticare gli spuntini di metà mattina e
  4. della merenda in modo da non arrivare troppo affamati ai pasti principali della giornata.
  5. cena

Oltre all’alimentazione, è fondamentale l’idratazione, quindi bere dai 6 agli 8 bicchieri d’acqua al giorno: aiuteranno il nostro organismo ad   eliminare le scorie.

Dieta sana per dimagrire: cibi di stagione

L’alimentazione è importante ai fini del dimagrimento, e nel regime alimentare per perdere peso è bene che la nostra  dieta sia ricca di alimenti di stagione. Il consumo di frutta, verdura di stagione  consente al nostro organismo di non ingerire elementi estranei che possono essere dannosi (frutta e verdura non stagionale sono necessariamente pieni di prodotti che ne hanno permesso la maturazione fuori stagione e la conservazione). Il nostro organismo va risvegliato e depurato con  cibi detox : è questo il primo e fondamentale passo per poter eseguire una dieta sana per il dimagrimento.

Gli ortaggi

dieta sana per dimagrire

Quando parliamo di alimenti di stagione, gli ortaggi sono al primo posto. Non si può prescindere da essi se si vuole fare una dieta sana per dimagrire. Vanno consumati   sia crudi che cotti e conditi con del succo di limone. Molti di essi hanno proprietà diuretiche, bruciano le calorie e fanno dimagrire soprattutto nella zona delle cosce e dei glutei.  Per il condimento possiamo utilizzare erbe aromatiche che andranno ad aggiungere le loro caratteristiche benefiche a quelle degli ortaggi e ci consentiranno anche di diminuire la quantità di sale utilizzata per dare sapore.

La frutta

dieta sana per dimagrire

Quello che abbiamo detto per gli ortaggi è valido, ovviamente, anche per la frutta.

La frutta deve essere di stagione, in una dieta sana, e deve essere maturata naturalmente. NO alla frutta acerba. Molti frutti hanno delle proprietà incredibili di depurazione e di decongestionamento. Ad esempio non è un segreto che i frutti rossi siano un viatico per il sistema venoso; e che le prugne come le pere sono una mano santo per l’intestino.

La Vitamina C contenuta negli agrumi è un coadiuvante contro gli stati influenzali. Insomma la frutta è un regalo della natura che sfruttiamo troppo poco. Gli estratti di frutta e verdura come spuntino di metà mattina sono perfetti.

Un esempio di menù di dieta sana

– Colazione: yogurt anche vegetale insieme a dei cereali integrali

– Spuntino di metà mattina: frullato

– Pranzo: pasta integrale con verdure e un frutto

– Merenda: estratto di frutta

– Cena: salmone ai ferri e una zuppa di legumi.

 

Cosa NON fare per perdere peso?

  • Ascoltare il passaparola di conoscenti e amici (meglio seguire i consigli del nutrizionista per dimagrire)
  • Praticare lo sport ad alta intensità  un paio di volte a settimana entro  per un’ora. Non bruciate i grassi:   l’attività fisica intensa brucia carboidrati all’80% e  grassi al 20%.
  • Applicarsi su diete rigide, prive di carboidrati: sono pericolose per la salute, si perde molta acqua e si crea un rimbalzo dell’organismo che con il tempo darà risultati opposti.  Le diete oltremodo rigide sono il  passepartout per disturbi alimentari.

Parola agli esperti: intervista della dott.ssa Federica Marchese, Biologa Nutrizionista e ricercatrice

Domanda: Se dovesse stilare una top ten dei falsi miti da sfatare quali inserirebbe?

1. Il fritto fa male… Il fritto è calorico ma fatto nel modo giusto non fa per niente male
2. Il cioccolato fa ingrassare, il cioccolato è un alimento molto rivalutato per il potere ipocolesterolemizzante e per il contenuto di minerali come il ferro e il magnesio; ovviamente maggiore è la concentrazione di cacao e maggiori saranno gli effetti positivi
3. I carboidrati fanno ingrassare, certo… Solo se consumati in eccesso
4. La carne rossa fa male… In realtà è la carne processata che fa male, un consumo eccessivo di insaccati è sicuramente dannoso per la salute, una porzione di carne rossa ogni 7-10 giorni, di provenienza nota non fa male, soprattutto se si ha la tendenza alla sideropenia (carenza di ferro)
5. La frutta secca fa male, è vero… È grassa! Ma sono tutti grassi che fanno bene, bisogna solo non esagerare con le quantità
6. L’olio di palma è il male del secolo… È un olio vegetale, sicuramente più ricco di grassi saturi dell’olio d’oliva ma il vero problema non è nella sua composizione nutrizionale…. D’altronde è stato rivalutato il burro che è il grasso saturo per eccellenza
7. Sei quello che mangi… A me questa frase non piace, l’obesità è una patologia vera e propria e non dipende da una scarsa forza di volontà e, molto spesso, non dipende (solo) dalle abitudini alimentari
7. La colazione è il pasto più importante della giornata… Non per tutti. C’è chi non ha proprio voglia di mangiare la mattina e perché forzarsi quando è possibile posticipare il pasto al senso di fame?
8. La pasta la sera fa ingrassare… Ma perché? La pasta non si merita questo, è un alimento dall’alto potere saziante, che lega benissimo con ogni tipo di verdura e che ha caratteristiche nutrizionali simili al pane integrale, allora perché il pane a cena si e la pasta no?
9. “Le uova non le posso mangiare, ho il colesterolo!” non ne può mangiare tante ma 2-3 a settimana sicuramente si. Sono state rivalutate anche quelle, pare che il colesterolo che contengono non siamo in grado di assorbirlo tutto, quindi non innalza i nostri valori ematici
10. È meglio mangiare poco e spesso… Dipende! non sempre gli spuntini fuori pasto sono utili o graditi e se non si ha un colon particolarmente sensibile perché evitare la frutta dopo pasto?!
 (https://www.repubblica.it -parola  di nutrizionista ecco i consigli per tenersi in forma)